Lady Peg – Andrea Biscàro

Ti piace? Condividilo!

lady peg cane prodigio

Lady Peg è una storia senza trucco e senza inganno, con un’amica umana, la signora Ines Corridori, dalla reputazione specchiata.
La quasi totalità degli amici a quattro zampe non è mai stata e non sarà mai come Peg, ma tutti, lei inclusa, sono in grado di trasmetterci un amore incondizionato.

Grandi biografie della storia (animale)

Lady Peg è la biografia di una cagnolina prodigio, una barboncina in grado di leggere, far di conto, e, soprattutto, esprimere pensieri autonomi.
No, non si tratta né di un fenomeno da baraccone, né di un inganno: sebbene oggi nessuno si ricordi più di lei, negli anni Cinquanta Peg era straordinariamente famosa, tanto da attirare su di sé le attenzioni dei media, di Elisabeth Mann Borgese (figlia di Thomas Mann), di Enzo Tortora, e dello scettico Dino Buzzati. Nonostante in molti, scienziati e filosofi, italiani e stranieri, abbiano tentato di dare una spiegazione, il segreto della straordinaria intelligenza della nostra cagnolina rimane un segreto.

Non alambiccarti

Ma Andrea Biscàro non ha intenzione di scavare nell’ignoto, di proporre a tutti i costi una spiegazione plausibile sul perché la barboncina riuscisse a comprendere il tedesco, e a fare in men che non si dica la radice quadrata di numeri a tre cifre, ma si sofferma piuttosto sul legame profondo e intimo che lega Peg e qualsiasi altro cane al suo padrone.
Mettendo da parte le implicazioni etiche e morali connesse all’intelligenza animale, l’autore si adegua invece alla semplicità e all’innocenza del “pensiero” che caratterizza il cane, fedele compagno dell’uomo dall’alba dei tempi.

Bravo cagnolino!

Scevro di elucubrazioni e cervellotici ragionamenti, questo piccolo saggio si abbandona alla dolce contemplazione del legame che si instaura fra un uomo e il suo cane, e dell’infinita fedeltà, nonché dell’affetto disinteressato, che quest’ultimo è capace di offrire.
Mi è parso che Lady Peg non voglia essere l’encomio di un cane straordinariamente intelligente e, per questo, superiore ad altri, ma una lode a tutti i cani la cui semplicità d’animo si è resa ancor più palese grazie alle “parole” di Peg.

Un piccolo e adorabile saggio, che intenerisce e diverte, e ci incoraggia ad apprezzare ancor più la compagnia di un tenero amico peloso.

Buona lettura!

Sara

Ciao! Sono la fondatrice del blog letterario "Il pesciolino d'argento", amo profondamente i libri, l'arte e la cultura in generale.

Potrebbero interessarti anche...

Che cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *