Il mondo di Gilda – Silvana Papiccio & Tiziana Piazzola

Ti piace? Condividilo!
In sintesi:

il mondo di gilda libro di favole per bambini di silvana papiccio e tiziana piazzola edito da il rio edizioni

La vita è fatta di mille colori e dobbiamo amarli tutti, perché ognuno di loro ci insegna qualcosa. Anche le nostre lacrime servono a pulire i nostri occhi, a sfogarci quando siamo tristi, ad anticipare il sorriso, che certamente dopo il pianto arriverà, come il sole e l’arcobaleno dopo la pioggia!

Essere solidali

Il mondo di Gilda è un libro di favole realizzato da Silvana Papiccio e Tiziana Piazzola. Entrambe le autrici fanno parte di “ABC”, l’associazione che presta sostegno e conforto alle famiglie con bambini affetti da lesioni cerebrali.
Con Il mondo di Gilda, l’associazione offre il proprio aiuto non solo attraverso il volontariato e le donazioni, ma anche con brevi storie che possano far comprendere meglio, a chi è lontano da questo mondo, il disagio della disabilità e il bisogno di essere solidali nei momenti difficili.

Non è un caso infatti che Gilda, la protagonista delle storie raccontate, sia una dolce formichina. Le formiche, così piccole in un mondo così grande, si spalleggiano e si aiutano, creando una struttura sociale complessa e affascinante: da sole sono indifese, unite sono fortissime.

Un aiuto inaspettato

Non sempre però chi ci è vicino è disposto ad aiutarci. Nel primo racconto del libro, Gilda si trova in difficoltà, poiché la sua zampina è rimasta incastrata tra un sasso e una pigna: si sta facendo buio e Gilda vorrebbe andare a casa, ma il suo corpo è immobilizzato. Passa un gruppo di formichine, le quali però non sono affatto interessate a tirar fuori Gilda dai guai: se ne vanno per la loro strada sena pensarci due volte. Alla fine, la nostra formichina è salvata in maniera inaspettata da una simpatica comitiva di lucciole: dunque non sempre l’aiuto di cui abbiamo bisogno ci viene da chi conosciamo. E se a volte la salvezza arriva da chi non si conosce, non ci si deve mai rassegnare alla solitudine. È infatti sempre bene cercare nuove amicizie e legami oltre i nostri soliti confini:

Gilda in cuor suo sapeva che soltanto chi ti aiuta nel momento del bisogno e non resta indifferente al tuo disagio è tuo amico.

Filastrocche avventurose
il mondo di gilda libro di favole per bambini di silvana papiccio e tiziana piazzola edito da il rio edizioni

La nuvola Giuseppina caccia via quel cattivone del virus Covid.

Dopo aver appreso questa importante lezione, Gilda vive nuove avventure nel suo piccolo mondo. Alcune sono davvero semplici, ma pur sempre meravigliose, come il ripararsi da un acquazzone per assistere poi alla comparsa di un colorato arcobaleno; altre invece sono grandi e fanno paura, come la pandemia causata dal “prepotente” virus Covid, sapientemente sdrammatizzata dalla penna di Silvana Papiccio.
Ogni avventura, poi, è seguita e riassunta da una filastrocca scritta da Tiziana Piazzola: caratterizzate da frasi brevi e rime baciate o alternate, riescono sicuramente simpatiche e gradevoli alle orecchie di adulti e piccini! Leggiamo dalla filastrocca dedicata alla pandemia:

Covid virus è un prepotente,
non fa amicizia con la gente,
tutti vuole contaminare
e nessuno lo vuole incontrare.
[…]
Con la nostra difesa
potremo sconfiggere la sua pretesa
di contagiare tutti quanti.
Quando una cura sarà trovata
a festeggiare saremo in tanti.
Covid virus più paura non fai,
quindi perché a casa tua non te ne vai?

Il cerchio si chiude

Particolarmente significativa è l’ultima storia della raccolta, storia che chiude il cerchio narrativo iniziato dalla prima disavventura di Gilda: se nel primo racconto la formichina è in difficoltà e implora aiuto, nell’ultimo è lei ad offrire la propria mano, o meglio “zampetta”, per soccorrere qualcuno in difficoltà.

Si tratta dell’ape Linda, la quale ha perso le proprie ali e, demoralizzata, si considera ormai inutile. Gilda non può darle un nuovo paio di ali, ma può offrirle tutta la sua amicizia, il suo tempo, il suo affetto e una bella ventata di ottimismo:

È vero, hai perso le ali, ma hai tante altre cose! Ad esempio, hai ancora il tuo bel pungiglione, hai gli occhi che sorridono e hai un carattere meraviglioso, non pensare mai più che senza le ali non servi a nulla. Io sarò le tue ali, perché ti voglio bene!

Dolcissime sono poi le parole scelte da Tiziana Piazzola nella filastrocca a chiusura della storia, che esprimono non solo il dispiacere di Linda, ma anche, fuor di metafora, il dramma di un bambino con lesione cerebrale:

Essere un’ape
e sui fiori non poter volare…
Essere un pesce
e nel mare non poter nuotare…
[…]
Essere voce senza parole
e non poter dire
che incomprensibili suoni
a chi ami e porti nel cuore…
Ma se incontri un amico
sul tuo cammino,
allora esser diverso
non sarà un problema!
[…]

Bando alla solitudine!

Gilda ha trovato nella solidarietà, nell’altruismo e nell’amicizia i giusti strumenti per affrontare senza paura le grandi difficoltà del suo piccolo mondo. Se dapprincipio era sola e spaventata, sul finale è coraggiosa e forte, e soprattutto è tanto generosa da condividere la sua tenacia con chi è ferito e triste. A volte, è solo attraverso l’affetto e l’amore che si impedisce a problemi irrisolvibili, come la perdita delle ali di Linda, di condizionare tragicamente le nostre vite.

Per tutto questo, Il mondo di Gilda è una coraggiosa lettura per i bambini, i quali possono così imparare a mettersi nei panni dell’altro e a comprendere le sue difficoltà. Ma è anche un dolce balsamo per i genitori, spesso i primi a perdere le speranze: a loro si ricorda di non arrendersi all’indifferenza di chi li circonda, e di cercare chi possa accompagnarli in un cammino impervio ma non impossibile.
E a voi tutti, che di certo non siete rimasti indifferenti allo spirito de Il mondo di Gilda, auguro una buona lettura!

Sara

Ciao! Sono la fondatrice del blog letterario "Il pesciolino d'argento", amo profondamente i libri, l'arte e la cultura in generale.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi a Enrica Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una risposta

  1. Enrica ha detto:

    Il Mondo di Gilda. Silvana è una mamma-coraggio, una donna intelligente e sensibile, che ha sempre lavorato e che, quindi, ha dovuto gestire con grande forza fisica e d animo la vita familiare. La sua ispirazione per questo libro nasce sicuramente dalla sua storia personale e le novelle hanno lo scopo di infondere in tutti noi quel sentimento di speranza, che non dobbiamo mai abbandonare, finché abbiamo vita